2017: Il Gal Colline Joniche verso il PSR 2014-2020


luca-lazzaro-nello-studio-2

Per tutto lo staff, del GAL Colline Joniche, amministratori e personale, l’anno che si è appena concluso è stato dedicato, oltre alla realizzazione di importanti iniziative coronate da successo, soprattutto al lavoro per la predisposizione del nuovo PAL (Programma di Azione Locale), uno sforzo che nell’anno appena iniziato proietterà il GAL Colline Joniche verso il finanziamento del PSR 2014-2020.
Questi fondi permetteranno al GAL Colline Joniche di continuare svolgere, anche per i prossimi cinque anni, il fondamentale ruolo di leva dello sviluppo dell’economia rurale, e non solo, di un ampio territorio che comprende ben dodici comuni jonici, dalla Murgia delle cento masserie di Crispiano fino al mare cristallino di Pulsano, un territorio la cui economia aspetta da troppo tempo di fare il definitivo “salto di qualità”.
L’anno appena trascorso, in particolare, era iniziato con una serie di azioni per “accompagnare” a conclusione e rendicontazione tutte le iniziative previste dal precedente PAL (Piano di Azione Locale) finanziato dal PSR 2007-2013, come quella che ha visto il GAL Colline Joniche organizzare a Milano una manifestazione per promuovere, nel tradizionale mercatino natalizio sui Navigli, l’enogastronomia e l’artigianato delle aziende beneficiarie.
È stata poi inaugurata la “Casa del Gusto” nel Palazzo Ducale D’Ayala Valva di Carosino, moderna struttura per la promozione delle eccellenze del nostro territorio realizzata dal GAL Colline Joniche nel progetto di cooperazione transnazionale “TEI.Net”, mentre a Pulsano sono stati inaugurati il nuovo Centro di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT) e la locale stazione di ricarica a energia solare per le biciclette elettriche “Pedelec”, completando così una articolata rete territoriale per l’assistenza e la mobilità a favore dei turisti.
A partire dal mese di maggio, dopo il cambio al vertice che ha visto Luca Làzzaro avvicendare alla presidenza il dimissionario Antonio Prota, il GAL Colline Joniche ha iniziato una intensa e capillare azione di ascolto territoriale dei soggetti pubblici e privati, un percorso partecipativo che ha consentito l’identificazione delle linee strategiche di intervento e delle progettualità per l’elaborazione della Strategia di Sviluppo Locale e del nuovo Programma di Azione Locale 2014-2020.
Fondamentale in questo percorso si è rivelata la straordinaria coesione istituzionale, autentico “collante” e propulsore per la costituzione di un nuovo partenariato comprendente Amministrazioni comunali, associazioni di categoria e aziende beneficiarie, azione prodromica alla costituzione del GAL “Magna Grecia”.
Questo è un nuovo soggetto giuridico nel cui Programma di Azione Locale è confluito il grande patrimonio di esperienze acquisito dal Colline Joniche nella programmazione 2007-2013, con la “Green Road” in primis, reinterpretato però, sulla base della tradizionale “concretezza agricola”, in una nuova visione di un territorio rurale moderno che, nelle sue componenti fondamentali, sarà in grado di attrarre investimenti e compiere finalmente quel “salto di qualità” da tanto tempo atteso.
Luca Làzzaro
Presidente GAL Colline Joniche