Puglia, Basilicata e Lombardia unite dalla “Green Road”


A Ecomondo (Rimini), 8 novembre ore 16.30, sottoscrizione del Protocollo d’Intesa

Alleanza per lo sviluppo sostenibile del GAL Colline Joniche di Grottaglie con la Fondazione Eni Enrico Mattei di Viggiano, le associazioni Sherwood e l00 Cascine

C’è un’Italia che cresce e guarda alla tutela ambientale come risorsa di altissimo valore, e non come limite allo sviluppo. Questo Belpaese, che pensa “Green”, si è dato appuntamento a Rimini Fiera per Ecomondo dal 6 al 9 novembre. Ed è quasi un viaggio Coast to Coast quello che proporrà il convegno “Green Economy e sostenibilità: fattori chiave per il rilancio del turismo”, venerdì 8 novembre dalle ore 16.30 alle ore 18.30, Città Sostenibile, Sala Agorà – Padiglione B7.

Protagonisti saranno la Puglia e la Basilicata joniche, focalizzando l’attenzione su “Green Road”, selezionato come uno dei più significativi progetti italiani di settore. Di che si tratta? Lo scopriremo con video immagini di emozione del percorso sia pugliese che lucano, e con ospiti qualificatissimi fra i quali segnaliamo Gabriella Chiellino, coordinatore scientifico di Città Sostenibile, e Daniele Quadrelli, direttore generale Federazione BCC Emilia Romagna che alle ore 16.30 daranno il via al convegno. Sarà possibile, quindi, addentrarsi in un laboratorio che sperimenta uno sviluppo sostenibile e possibile attraverso un progetto del GAL Colline Joniche di Grottaglie (Taranto) in partenariato con la Fondazione ENI Enrico Mattei di Viggiano (Potenza).

“Vogliamo creare una geo-comunità in un strategia di area vasta tra regioni ed aree che condividono gli stessi valori – spiega Antonio Prota, presidente del GAL Colline Joniche che è stato promotore di Green Road in Puglia- . Primo fra tutti la valorizzazione del territorio come importante fattore di produzione, inserendo dinamiche di social business e simbiosi turistica. E’ così sono nate collaborazioni con importanti operatori economici e sociali, in Italia e all’estero”. “Il progetto Green Road Basilicata è ispirato ai principi del turismo sostenibile – dice Cristiano Re, coordinatore progetti speciali Fondazione Eni Enrico Mattei di Viggiano – . E’ uno studio, un’indagine sul campo, alla quale è seguita l’ideazione degli itinerari proposti nel progetto incentrati sul tema della natura, della storia e del cineturismo e sulle peculiarità e i valori che definiscono il territorio lucano”. Interverrà il notissimo sociologo Aldo Bonomi, presidente del Consorzio Aaster. Proprio a Rimini, nel corso di questo convegno di venerdì 8 novembre, verrà sottoscritto il Protocollo di Intesa con due associazioni che potranno contribuire a far crescere ancora di più il progetto Green Road, nato in Puglia e approdato in Basilicata ma pronto a fare un balzo in avanti fino alla Lombardia. A firmare a Rimini saranno. 1) l’associazione Sherwood di Grottaglie con la quale si avvia una collaborazione per la realizzazione di un progetto sulla mobilità sostenibile denominato “Semplicemente pedalando”, finanziato dalla Regione Puglia – Assessorato all’Ambiente – Bando Progetti Speciali 2013; 2) l’Associazione 100 Cascine allo scopo di promuovere appunto ai proprietari delle cascine lombarde, gli stessi valori identitari e ambientali delle masserie di Green Road. Vi invitiamo a visitare lo stand Green Road (nel padiglione B7, 155) realizzato dal GAL Colline Joniche e dalla Fondazione Eni Enrico Mattei con la partecipazione del Parco Nazionale Appennino lucano e Lagonegrese.

Per il convegno è gradita l’iscrizione sul portale www.cittasostenibile.net/programma.

Info: Federico Zanon, [email protected], t. 389-3496718; Antonella Millarte, [email protected], t. 347-0408363; Angela Pepe [email protected], t. 339-1891708.

GREEN ROAD PUGLIA

GREEN ROAD PUGLIA

GREEN ROAD BASILICATA

GREEN ROAD BASILICATA

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.