La sicurezza alimentare


 

Il GAL Colline Joniche considerando la ricerca driver principale dello sviluppo territoriale, ha costituito e coordinato a livello sperimentale un gruppo di ricerca-azione multidisciplinare composto da 14 Partners tra università, enti di ricerca pubblici e privati, consorzi, imprese ed associazioni culturali che hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa del GAL, i cui saperi, esperienze e ricerche-azioni si sono integrate con un approccio sistemico ed olistico al fine di approfondire il progetto Green Road Puglia in ottica di Sicurezza Alimentare e sperimentare così, metodologie ed esperienze per uno nuovo modello di sviluppo centrato sulla “green society-economy e su una nuova Smart Land ”.

 


 

innovazione_sociale

Innovazione sociale
Innovazione Sociale: gruppo operativo e beneficiari uniti per fare comunità partendo dal patrimonio naturale-culturale (l’olivo secolare in Puglia è un bene culturale ai sensi della Legge Regionale del 4 giugno 2007 “Tutela e valorizzazione del paesaggio degli ulivi monumentali della Puglia”).

 

 

 

 

 

 

produzione_biogas

Produzione energia da biogas
Tradizione ed innovazione: azienda zootecnica innovativa con impianti a biogas che utilizzano gli scarti di produzione.

 

 

 

 

 

 

 

protocollo

Una nuova sperimentazione, un nuovo prodotto: il pesto da foglie di vite.

 

 


RISORSE UMANE COINVOLTE NEL PROGETTO

beneficiariIl gruppo di ricerca al lavoro presso la sede operativa GAL
Il gruppo di lavoro impegnato nell’analisi dei dati e dei documenti elaborati per il tema della Sicurezza Alimentare.

 

 

 

 

 

 

 

ricerca_gravina

Il gruppo di ricerca in Gravina
Il gruppo di ricerca coordinato dal GAL Colline Joniche impegnato in un sopralluogo territoriale all’interno della Lama Pensiero.

 

 

 

 

 

 

 

Sopralluoghi territoriali
Il gruppo di lavoro mentre svolge sopralluoghi territoriali per analizzare l’ambiente geomorfologico e agro-industriale.

 


 

IMPATTO AMBIENTALE

ortiGli orti biologici
Gli orti biologici casseforti di seminativi autoctoni protetti dai saperi locali che li hanno tramandati di generazione in generazione.

 

 

 

 

 

 

 

orti-medioevaliGli orti medioevali
Gli orti medioevali, le gravine Joniche e le masserie, patrimonio di un paesaggio eco-sostenibile conservatosi nei secoli.

 

 

 

 

 

 

 

La Sicurezza Alimentare da generazione in generazione
Dall’anziano all’adulto al giovane il passaggio generazionale dei semi, eredità di grande valore e ricchezza.

lemaniLe mani dei contadini custodiscono i semi autoctoni
Le mani dei contadini custodiscono i semi autoctoni e dunque l’agro biodiversità (un esempio i semi di grano del “Senatore Cappeli”).


 

SOSTENIBILITÀ , TRASFERIBILITÀ E REPLICABILITÀ

honduras